Definire le keywords

Le keywords sono parole o piccole frasi che vengono inserite nelle pagine del sito per descrivere un contenuto in modo sintetico, con l'obiettivo di migliorare la posizione della pagina sui motori di ricerca, attirare l'attenzione del pubblico e invitare l’utente a cliccare. Ecco alcuni consigli su come sceglierle e inserirle.

Le keywords per il SEO

La definizione delle keywords è molto importante ai fini del SEO e se si vuole che un contenuto renda in termini di clic, è indispensabile scegliere e abbinare ad esso una o più parole chiave pertinenti.

I suggerimenti che seguono non pretendono di fornire una risposta esaustiva su un argomentoin fase di continua evoluzione, ma piuttosto di focalizzare l'attenzione su un aspetto importante dell'attività di pubblicazione e del quale va tenuto conto.

Per prima cosa è opportuno chiedersi se la parola chiave é rilevante rispetto al contenuto offerto:

  1. Le parole chiave che scegli possono essere quelle che i potenziali clienti utilizzano per cercare i prodotti o i servizi offerti ?
  2. Gli utenti che trovano il sito attraverso questo termine avranno nel testo una risposta coerente con le loro domande ?
  3. Il traffico creato può generare un ritorno economico o di immagine ?
Se la riposta a queste domande é SI, la parola chiave va bene.
Le keyword, come abbiamo detto, possono essere parole singole o anche brevi frasi. Per un negozio di scarpe sportive, ad esempio, Google suggerisce "scarpe da ginnastica da uomo", oppure "scarpe da tennis da uomo" e di conseguenza "scarpe da tennis da donna", ecc... (il n. di keywords suggerito va da 5 a 20). Inoltre, insiste Google: "Amplia ulteriormente il tuo elenco inserendo i nomi dei tuoi brand e dei tuoi prodotti."
Ma qual'è il ragionamento che porta a suggerire una frase più complessa, rispetto alla semplice parola "Scarpe" ? 
Semplice: più è generica la keyword, più è vasta la risposta del motore di ricerca in termini di risultati prodotti. Se la keyword è troppo generica, la vostra pagina nella SERP potrebbe non comparire mai!

Più sotto comunque abbiamo un piccolo vademecum che può aiutarvi nella scelta.

Come inserire le Keywords

In Seven Days Web le keywords vengono definite dall'utente, nell'interfaccia di amministrazione, a livello di singolo contenuto. Da qui il sistema di pubblicazione le inserisce in automatico nella relativa pagina html.

Per inserire le keyword, selezionate il contenuto di base, andate sul parametro che definisce le keyword e digitate la parola o la frase di interesse. Man mano che scrivete, il programma vi presenta l'elenco delle keyword simili già inserite. Selezionate quella giusta o completate quella che state scrivendo e premete INVIO. Procedete allo stesso modo per inserire tutte le altre.

Come scegliere le keywords

Di seguito alcuni consigli che possono aiutarvi a definire meglio le keywords:

Fate una lista. Iniziate facendo un elenco di possibili parole chiave o frasi che siano pertinenti al contenuto del sito o dell'articolo. Facendo questo, cercate di scoprire più parole chiave o frasi che possono derivare da quelle che avete appena scelto.

Selezionate e perfezionare il risultato. Una volta che avete fatto una lista, provate a selezionate quelle che aiutano a identificare meglio i contenuti del sito. Immaginate ad esempio che il vostro sito sia dedicato alla vendita di auto, se utilizzate la parola "auto" come chiave, il ranking della pagina sui motori di ricerca non aumenta, perché molti siti o pagine di auto usano proprio questa come parola chiave. Le chiavi troppo generiche pertanto non aiutano. Aggiungete quindi altri termini, come "auto di seconda mano", o "auto sportive di seconda mano", per aumentare le probabilità di salire più in alto nella classifica delle pagine. State solo attenti che i termini scelti siano pertinenti con il contenuto del sito.

Controllate la concorrenza. Per perfezionare la ricerca può essere utile trovare il tempo per vedere quali sono le parole chiave o frasi utilizzate dalla concorrenza, per restringere il campo di quelle usate e capire quali sono quelle da evitare. Una considerazione che potete fare è che se un sito concorrente posizionato molto in alto, utilizza certe parole chiave (es. "auto"), scalzarlo usando le stesse parole chiave potrebbe crearvi delle difficoltà.

Usate la vostra posizione geografica. È possibile aumentare le probabilità di ottenere migliori risultati di ranking inserendo nella keyword anche la posizione geografica della vostra attività (es: "Toscana auto sportive di seconda mano"). Questo però vale soprattutto per le attività che prevedono la possibilita di incontrare di persona il cliente o per quelle che caratterizzano localmente una produzione.

Usate la vostra nicchia di attività. Cercate sempre di scegliere la parola chiave più specializzata, o almeno quello che vi offre il massimo profitto. Tenete presente però, che se desiderate utilizzare una parola chiave che descrive meglio il vostro business, ma la massa degli utenti che cerca il vostro prodotto propende per un'altra parola chiave, è meglio utilizzare quella, purchè sia pertinente con il contenuto del vostro sito.

Le keywords per la pubblicità

Fin qui siamo rimasti nell'ambito della normale attività redazionale per ogni singolo contenuto. Proviamo ora a vedere cosa vuol dire spingere l'uso delle keyword verso il marketing e le vendite:

  • Provate a cercare la keyword scelta nei principali motori di ricerca. Se ci sono molti annunci sponsorizzati che appaiono in cima e a destra dei risultati organici per quella parola, è indice che si tratta di una parola chiave ad alto valore.
  • A questo punto potete fare una piccola prova con la pubblicità, acquistando una campagna di test per le keywords prescelte su Google Adwords, scegliendo "Corrispondenza esatta" ed inviando il traffico alla pagina più rilevante del sito.
    Misurate il traffico generato, tracciate le visualizzazioni ed il tasso di conversione almeno per i primi 2-300 click (potrebbero volerci anche solo un paio di giorni per keywords molto cercate, o diverse settimane per quelle meno cercate).
Usando i dati raccolti, potete fare qualche ipotesi sul valore di un singolo visitatore per il sito,  con una data keyword: per esempio se nelle ultime 24 ore la pubblicità sui motori di ricerca ha generato 5000 visualizzazioni su Google, da cui 100 visitatori e 3 conversioni (ovvero visitatori che sono diventati clienti), per un guadagno totale di circa 300 €, allora il singolo visitatore per quella parola chiave vale circa 3 € per il proprio business.
Considerando i costi del sito e quelli pubblicitari e moltiplicando il n. di visitatori e il relativo valore per la durata della campagna, si può iniziare a fare i conti e le analisi del caso !